Croazia

La Croazia Ŕ il paese dove ci siamo fatti le "ossa". Lo abbiamo visitato la prima volta nel lontano 1993 con lo scopo prioritario di aiutare i profughi. Abbiamo lavorato in vari campi: Spli, Gradac, Ploce, etcc... C'erano profughi provenienti dalla slavonia e dalla Bosnia. Ne erano migliaia e ne arrivavano a migliaia. Non eravamo bravi fotografi, come non lo siamo ora, ma l'impegno e la tenacia era e ed Ŕ la stessa. Non sono immagini professionalmente elevate ma per noi vogliono dire molto. Soprattutto i ricordi che esse ci trasmettono.

Gradac - Aprile 1994 - Monumento al partigiano distrutto dagli Ustasha (fascisti) croati. (Foto: Giacomo Scattolini)

Spalato - Luglio 1993 - Profughi bosniaci della zona di Prjedor attendono al Porto di Spalato che qualcuno decida se farli partire per l’Italia. In realtÓ verranno caricati su autobus e portati in un campo profughi a ridosso della linea del fronte serbo-croato. (Foto: Marco Mancinelli)

Slavonia -  Maggio 1995 - Dopo l'offensiva croata che ha "liberato" la krajiana croata. (Foto: Giacomo Scattolini)

Spalato - Luglio 1993 - Profughi bosniaci della zona di Prjedor attendono al Porto di Spalato che qualcuno decida se farli partire per l’Italia. In realtÓ verranno caricati su autobus e portati in un campo profughi a ridosso della linea del fronte serbo-croato. (Foto: Marco Mancinelli)

home

segue...